EasyVein

Cosa è

easyvein_boxEasyVein è un dispositivo elettronico che permette di rivelare e visualizzare in tempo reale la struttura venosa superficiale del corpo.

EasyVein è particolarmente utile quando i vasi venosi superficiali risultano molto difficili da rilevare ad occhio nudo.

EasyVein permette all’operatore professionale di eseguire prelievi o infusioni mostrando in modo chiaro la posizione dei vasi venosi.

EasyVein mostra dettagli che ad occhio non è possibile apprezzare rendendo le fasi operative più semplici e più sicure.

Scarica la brochure in formato PDF »

Scarica la presentazione in formato PDF »

 

Come si usa

EasyVein è come una “lente digitale” che si frappone tra l’operatore e il tessuto indagato e che visualizza una scena di realtà aumentata (“augmented reality”) riportando l’immagine sottostante per riferimento e sovrapponendo una mappa venosa in falsi colori.

L’immagine di uscita è fornita in tempo reale e l’operatore deve semplicemente porre il dispositivo alla distanza preferita che gli consente la migliore visualizzazione secondo i sui scopi. Da distanze maggiori è possibile avere una visione di insieme dell’albero venoso superficiale nella zona indagata; da vicino si può ottenere una maggior dettaglio delle strutture di interesse.

Il posizionamento è reso semplice da un supporto che garantisce al dispositivo di rimanere in posizione quando l’operatore ha scelto la distanza ottimale garantendo perciò all’operatore l’utilizzo di entrambe le mani per le procedure operative.

L’inserimento dell’ago o del catetere può essere eseguito direttamente guardando attraverso il dispositivo o alternativamente guardando direttamente la regione di interesse con un leggero cambio del punto di osservazione.

Non sono necessarie regolazioni di nessun tipo; oltre la scelta della distanza ottimale è demandato all’operatore solo di scegliere il modo di visualizzazione preferito (tra tre diverse possibilità) attraverso la semplice pressione di un pulsante laterale.

 

Campi applicazione

    • Aiuto al reperimento delle vene in pazienti difficili
    • Aiuto all’inserimento di aghi per prelievi o infusioni
    • Aiuto all’inserimento di cateteri venosi

 

interno_braccio

 

Casi difficili per i quali il dispositivo è particolarmente utile ed indicato

    • Pazienti obesi
    • Pediatria e neonatologia
    • Pazienti con vene profonde o di piccole dimensioni
    • Pazienti con albero venoso compromesso da trattamenti  medici frequenti (chemioterapia, somministrazione fattori coagulanti, etc…) o da patologie di vario tipo
    • Pazienti di colore

 

Come funziona

easyvein_desc2La luce non è assorbita nella stessa maniera da tutti i tessuti biologici. In particolare, l’emoglobina deossigenata (Hb) assorbe la luce del vicino infrarosso, ossia una radiazione ottica appena fuori del campo visibile, in misura maggiore di altri tessuti biologici.

Illuminando la regione di interesse con questo tipo di luce, chiamata NIR (Near InfraRed), l’immagine conseguentemente acquisita presenta delle variazioni di luminosità dove sono presenti i vasi venosi superficiali che contengono emoglobina deossigenata. Elaborando queste immagini in tempo reale è possibile visualizzare la mappa venosa in maniera molto più evidente rispetto a quanto sia possibile fare ad occhio nudo.

 

Punti di forza

    • Guida all’inserimento di aghi e cateteri non operatore dipendente come nei sistemi ad ultrasuoni.
    • Facile utilizzo: spesso non è necessario nessun training, specialmente per personale esperto.
    • Utilizzo molto immediato ed intuitivo senza nessuna regolazione da eseguire.
    • Obiettivo dotato di autofocus per permettere l’uso di EasyVein a diverse altezze senza regolazioni.
    • Facilità di posizionamento e di utilizzo grazie al supporto flessibile alimentato che libera entrambe le mani dell’operatore e ne permette il libero posizionamento.
    • Uso simile ad una lente di ingrandimento: lontani per una visione di insieme, vicini per informazioni maggiormente dettagliate.
    • Tre diverse modalità di elaborazione e di visualizzazione:
      • Visualizzazione immagine NIR (R): Immagine in scala di grigi del contributo informativo nel vicino infrarosso. Le vene sono rilevabili come strutture più scure dei tessuti circostanti.
      • Visualizzazione a basso dettaglio (L): La mappa venosa rilevata dall’elaborazione viene sovrapposta all’immagine di riferimento in falsi colori. L’elaborazione di questa modalità è volta a visualizzare soltanto i contributi dei vasi di maggiori dimensioni che risultano facilmente pungibili.
      • Visualizzazione ad alto dettaglio (H): Anche in questo caso la mappa venosa rilevata viene sovrapposta in falsi colori. Questa modalità è pensata per evidenziare  anche strutture di più piccole dimensioni che possono essere punte da personale altamente qualificato.
    • Nessun errore di parallasse. Il dispositivo può essere posizionato in qualsiasi modo sopra la regione di valutazione senza il pericolo di avere uno scostamento tra il punto indicato dallo strumento e il punto reale dove si trova il vaso da pungere.
    • Molto leggero e facilmente trasportabile.